“Walter P. Chrysler

“Il vero segreto del successo è l’entusiasmo”

Walter Chrysler ha costruito la sua azienda attraverso una gestione e un’ingegneria superiori. Chrysler è nato a Wamego, Kansas nel 1875. Suo padre era un ingegnere locomotore, che ha indubbiamente influenzato la decisione di Chrysler di iscriversi a un apprendistato di macchinista di quattro anni all’età di 18 anni. Chrysler ha iniziato la sua carriera nel settore ferroviario, lavorando per la ferrovia di Santa Fe e in seguito diventando un maestro meccanico e sovrintendente per la Chicago Great Western Railroad.

Non è stato fino al 1908 Chicago Auto Show che Chrysler ha cominciato a prendere un interesse per le automobili. Acquistò una Locomotiva da turismo, ma invece di guidarla, smontò immediatamente l’auto per vedere come funzionava. Nel 1911 Chrysler ha incontrato Charles Nash, allora presidente della GM, che ha offerto Chrysler un lavoro come capo di produzione per Buick a Flint, Michigan. Chrysler ha trovato numerosi modi di tagliare i costi di produzione e alla fine è stato fatto presidente della Buick. Si ritirò nel 1919 in opposizione alla visione di Durant per la General Motors. Tuttavia, il suo ritiro non durò a lungo. Più tardi quell’anno, Chrysler è stato avvicinato da un gruppo di banchieri che controllavano il debito di Willys-Overland Motor Company. Volevano Chrysler per frenare l’emorragia finanziaria e lo ha pagato uno stipendio sorprendente di million 1 milione all’anno per farlo. Chrysler drasticamente ridotto il debito di Willys-Overland e anche tentato un takeover della società da John North Willy’s nel 1921, ma non ha avuto successo. Più tardi quell’anno, Chrysler acquisì una partecipazione di controllo nella Maxwell Motor Company. Ha costruito la prima auto che porta il suo nome nel 1924, che era un’automobile molto sofisticata dotata di freni idraulici a quattro ruote, un filtro dell’olio sostituibile e in grado di raggiungere 70 mph.

Chrysler riorganizzò Maxwell nella Chrysler Corporation nel 1925. Ha acquisito Dodge Brothers Inc. nel 1928, così come Plymouth e De Soto. È stato nominato “Uomo dell’anno” della rivista Time nel 1929 e il suo nome è stato anche blasonato sul grattacielo più alto di New York. Chrysler si dimise da presidente della sua azienda nel 1935 e rimase presidente fino alla sua morte nel 1940. Analizzando i problemi e risolvendoli attraverso un’azione decisiva, Walter Chrysler riuscì dove molti pionieri automobilistici fallirono, e pose le basi per la sua azienda a diventare uno dei leggendari “Big Three” di Detroit.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.