Verdure a foglia verde e Coumadin :cosa devi sapere

Verdure a foglia verde, come cavoli, spinaci, bietole e cavoli verdi, sono una componente centrale della cucina sana del cervello. Infatti, in uno studio su più di 950 anziani a Chicago, le persone che mangiavano solo da una a due porzioni di verdure a foglia verde al giorno avevano la capacità cognitiva di una persona di 11 anni più giovane di quelli che non ne mangiavano.

Detto questo, alcuni farmaci o condizioni mediche possono cambiare il modo in cui il tuo corpo risponde a questi ingredienti sani del cervello. Se stai assumendo farmaci (in particolare farmaci per fluidificare il sangue come Warfarin, comunemente venduti come Coumadin o Jantoven), è importante parlare con il medico per determinare una quantità appropriata di verdure verdi per te.

La vitamina K aiuta il coagulo di sangue (ispessisce il sangue)

La maggior parte degli adulti sani dovrebbe mirare a 90-120 mcg di vitamina K al giorno, un nutriente essenziale che, tra gli altri ruoli, aiuta il corpo a formare le proteine della coagulazione del sangue. I farmaci per fluidificare il sangue (come Coumadin) agiscono per ridurre la capacità del corpo di formare proteine di coagulazione del sangue dalla vitamina K, riducendo così il rischio di coaguli di sangue. Ciò significa che mangiare cibi ricchi di vitamina K (che si trovano principalmente nelle verdure a foglia verde) può interagire con i farmaci che fluidificano il sangue, rendendoli meno efficaci. Pertanto, è importante parlare con il medico per assicurarsi che il dosaggio sia appropriato per la dieta.

Per avere un’idea di quanta vitamina K è in alcuni alimenti, così come gli alimenti che si potrebbe desiderare di discutere con il medico, vedere queste linee guida dal National Institutes of Health.

Verdure a foglia verde e Coumadin: La coerenza è la chiave

Nella maggior parte dei casi, il medico non ti chiederà di evitare le verdure a foglia verde, poiché offrono molti altri benefici oltre alla vitamina K. Invece, il medico può regolare il dosaggio del farmaco per adattarsi all’assunzione di vitamina K. I problemi sorgono solo se l’assunzione di vitamina K oscilla tra molto alta e molto bassa da una settimana all’altra, il che può alterare l’efficacia del farmaco.

Mangiare una porzione extra di spinaci saltati non è un grosso problema se normalmente mangi insalate di cavolo o frullati verdi, poiché la tua media settimanale di vitamina K non aumenterebbe di molto. Ma per qualcuno che è timido intorno alle verdure verdi, una porzione extra di bietola svizzera causerebbe un enorme picco nell’assunzione di vitamina K e potrebbe causare problemi con i farmaci che fluidificano il sangue. Pertanto, è importante che le persone che assumono farmaci per fluidificare il sangue si sforzino di mangiare una quantità consistente di verdure a foglia verde di settimana in settimana e che discutano eventuali cambiamenti nella dieta con il loro medico. Il medico vuole semplicemente assicurarsi che l’assunzione è coerente, e che si sono prescritti il dosaggio appropriato.

Gli alti livelli di malattia cronica negli Stati Uniti certamente non sono da mangiare troppo cavolo e spinaci! Abbracciando i principi della cucina sana del cervello e mantenendo aperte le linee di comunicazione con il tuo team medico, speriamo che vedrai cambiamenti che ti permetteranno di essere più felice e più sano.

Kelly Toups, MLA, RD, LDN
Dietista registrato a Oldways

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.