Shake, Rattle & Hum

Sopra: Lucinda Williams si è esibita la scorsa estate al Taos Mesa Brewing’s Amphitheater, un luogo che sta aiutando a mettere Taos sulla mappa della musica.
Foto di JIM COX.

LUCINDA WILLIAMS si è spaventata sul palco all’aperto di Taos Mesa Brewing, un clamshell precambriano sullo sfondo di un cielo indaco attraversato da brillanti riflessi arancioni. La folla ha taciuto con anticipazione-nell’agosto 2015, era ancora una rarità vedere un artista di questa statura a nord di Santa Fe. Ero sul bordo superiore dell’anfiteatro, a un paio di centinaia di metri dal palco, ma abbastanza vicino da vedere le espressioni sul volto di Lucinda. Immersa nella luce rosa e viola al neon, guardò la mezza luna dorata e sorrise. Poi le prime note dalla sua bocca raggiunsero e strapparono i cuori di 1.200 fan desiderosi.

“C’è qualcosa di veramente bello qui”, ha detto Williams dopo il concerto.

Il fattore cool di Taos sta aumentando di nuovo questa estate, grazie a una scaletta di concerti che prende il via con la seconda musica annuale al Mesa festival dal 3 al 5 giugno, con Steve Earle e Shawn Colvin. Il 6 agosto, Alabama Shakes—nel bel mezzo di un tour mondiale dopo aver vinto quattro Grammy all’inizio di quest’anno-sale sul palco di Kit Carson Park. E nel mese di settembre, Michael Hearne porta la stagione al termine con il 14 ° annuale Big Barn Dance Music Festival, un raduno di famiglia roots music di proporzioni mitiche.

Insieme ai festival e ai grandi spettacoli dei touring headliner, Taos ospita una fiorente comunità di musicisti locali che suonano in luoghi di supporto per un pubblico entusiasta. La città si è trasformata in una mecca per gli amanti della musica. Si potrebbe anche dire che sta canticchiando.

Johnm

Lisam

Donm

Stephenm

Carolm

Danirianm

Bolanm

Jennym

Randym

Kevynm

Minatankm

Jerrym

Jenniferm

Bobm

Daniel

Peterm

Susanm

Jimmym

From top, left to right: John Henderson, Lisa Joyce, Don Conosci, Stephen Plyler, Carol Morgan-Eagle, Dan Irion, K Bolan, Jenny Bird, Randy Morris, Kevyn Gilbert, Mina Tank, Jerry Schwartz, Jennifer Peterson, Bob Andrews, Daniel Finge Eagle, Peter V., Susan Dilger e Jimmy Stradler sono tra i musicisti, produttori, promotori, DJ, proprietari di locali e altri che mantengono la scena musicale Taos canticchiando.
Foto di KATE RUSSELL .

Alcuni anni prima che Lucinda scoprisse la scena musicale Taos, ci sono incappato io stesso. Mio marito ed io siamo entrambi grandi appassionati di musica. Indietro nel 1990, ho lavorato a Sons of Hermann Hall, un luogo leggendario a Dallas, dove abbiamo ancora trascorrere parte dell’anno. Mio marito e ‘ un DJ radiofonico. Usciamo per ascoltare musica dal vivo regolarmente, e ogni tanto ospitiamo un concerto cortile con qualche artista si potrebbe anche avere sentito parlare di. Quindi allontanarci dal Texas è stato difficile, finché non abbiamo trovato Taos.

Durante l’estate, ci incontriamo con gli amici ogni giovedì sera al plaza, dove la folla affluisce per l’intrattenimento gratuito e ballare sotto le stelle. A pochi passi, al Alley Cantina, il bluesman John Carey potrebbe essere pronto per il suo concerto nel bar adobe di 400 anni. Una volta un pilastro di New Orleans, gira ancora a livello internazionale, ma Taos è a casa. Presso la sala degustazione della Black Mesa Winery, l’intrattenimento happy-hour potrebbe essere l’ex Lost Gonzo Bob Livingston, di Austin. In fondo alla strada al Taos Inn, non sai mai chi incontrerai. Ho camminato in una sera al dolce suono di Susan Gibson cantando “Ampi spazi aperti,” il successo breakout ha scritto per i pulcini Dixie.

Con almeno 10 locali tra cui scegliere ogni sera della settimana, facciamo sempre chiamate difficili: un dio della chitarra blues al Taos Mesa Brewing o una band di ballo latino al KTAO Solar Center? O preferiremmo goderci la musica flamenca durante la cena al Kyote Club e poi due passi in una band country al Sagebrush Inn?

Questo imbarazzo della ricchezza è dovuto in parte a John Henderson e Jerry Schwartz, che hanno fondato la loro casa di produzione, Roots and Wires, nel 1999 per portare radici americane e world music in città. Hanno nutrito la scena come due papi orgogliosi.

“È un lavoro d’amore”, dice Schwartz, che gestisce anche una società di giardinaggio. Hanno percorso una lunga strada dai giorni in cui trovare un luogo per ospitare spettacoli dal vivo è stata una sfida. Molti degli spettacoli Roots and Wires si tengono al Taos Mesa Brewing, nato da un’idea del socio fondatore e musicista Dan Irion. Anni fa, lui e la sua band hanno provato in un magazzino vicino al sito attuale. I raduni sotterranei improvvisati intorno alla loro musica hanno sollevato un bel putiferio, e sono stati sfrattati. Ora che è al comando, Irion ama mantenere quell’atmosfera.

Suzy Bogguss La cantante country Suzy Bogguss al Taos Mesa Brewing amphitheater.
Foto di JIM COX.

Per ospitare la loro nuova impresa, Irion ei suoi tre soci eressero una capanna Quonset d’argento brillante appena ad est della gola del Río Grande. Hanno messo in un ampio palco e una pista da ballo, una fabbrica di birra nella parte posteriore, e un bar nella parte anteriore accanto a una parete di vetro dal pavimento al soffitto con vista sulle montagne. Nel 2014, hanno aggiunto l’anfiteatro, che può ospitare più di 1.300 persone. Per i grandi eventi che attirano un sacco di out-of-towners, offrono punti di campeggio sulla mesa circostante.

Anche se Taos Mesa Brewing è già lontano dalle sue umili origini, Irion ama mantenere l’atmosfera originale. ” È come se stessimo facendo una festa e stiamo riunendo tutti”, dice. “Le persone che vivono in Taos lottano per esistere qui,e che si imbatte in bande. C’è un’energia elevata nella folla. Se presentano musica genuina e autentica, la folla di Taos lo otterrà e restituirà. Le band ricevono davvero una carica da quello.”

Solarfest

Eliza Gilkyson sul palco al Solar Fest.
Foto di JIM COX.

Ci sono stati pochi luoghi alla fine del 1990 quando Brad Hockmeyer ha tenuto il primo Solar Fest a KTAO, la stazione radio da 3.000 watt che è cresciuto in un gigante a energia solare da 50.000 watt. Due anni dopo, Solar Fest si trasferì a Kit Carson Park, e nel 2012, quando Mumford & Sons headliner, il festival ha venduto 7.000 biglietti.

“Non potevo credere che una città di queste dimensioni potesse mettere su uno spettacolo del genere”, dice Stephen Plyler. Ma ha visto le possibilità. Si è trasferito a Taos un anno dopo e ha iniziato a portare atti tour nazionali in città. Ha anche collaborato con Henderson, Schwarz e Irion per l’acquisto di KNCE. Hanno trasformato in un funky, stazione radio della comunità vecchia scuola che dà un sacco di tempo di trasmissione ai musicisti locali. Plyler e la Brewing crew hanno presentato la prima musica annuale al Mesa festival lo scorso giugno, seguita dal concerto di Lucinda Williams.

Anche se ci è voluto un po ‘ per crescere, i semi di questa fiorente scena musicale sono stati piantati nel 1968, quando Dennis Hopper e Peter Fonda hanno girato parte di Easy Rider qui. Il film ha lasciato l’intero paese in atmosfera controcultura della città. Allora, il folksinger nominato ai Grammy e la residente part-time Taos Eliza Gilkyson suonavano regolarmente al San Geronimo Lodge, dove non era insolito ascoltare artisti come the Mamas e the Papas jamming. ” Gli hippy arrivavano dai comuni con piume e perline”, dice. “Era un altro mondo.”

MHBBD
Big Barn Dance di Michael Hearne, un festival musicale con radici in incontri di sabato sera a due passi intorno Taos.
Foto di JIM COX.

Appena a nord di Taos, a Red River, l’atmosfera musicale aveva più di un sapore da cowboy. È qui che Michael Martin Murphey, Ray Wylie Hubbard, BW Stevenson e Bill e Bonnie Hearne hanno stabilito la storica connessione da Austin a nord-New-Mexico. Questi e altri parvenu della scena country progressista del Texas in erba hanno trascorso gran parte del loro tempo qui a stare bassi e gigging. L’equipaggio comprendeva il nipote degli Hearnes, Michael, che suonava la chitarra nella loro band di danza. Ancora oggi, sarebbe difficile trovare un musicista a Taos la cui stirpe artistica non riconduca a Michael Hearne.

Per più di 40 anni Hearne ha fatto musica che evoca la mistica della sua casa adottiva. Canzoni come” New Mexico Rain ” portano la magia sulle loro melodie. “Bill e Bonnie, Don Richmond, Mike Hearne, hanno creato quello che chiamerei northern New Mexico sound”, dice Gilkyson. “È molto profondo, molto tenero.”

Al giorno d’oggi, quel suono deriva da luoghi in tutta la Valle del Taos. Don Richmond, virtuoso polistrumentista, compositore e produttore, cerca un senso del posto nella sua musica. ” Siamo immersi in questo oceano di cose che ci soffiano addosso tutto il tempo”, dice, ” ma voglio suonare la musica che viene da qui.”Le armonie e le corde acustiche della sua band, i Rifter, sono leggere e ariose come il cielo sopra le mesas, e i loro ritmi riflettono l’atteggiamento rilassato locale. Quando i Rifter suonano Old Martina’s Hall a Ranchos de Taos, gli ascoltatori provengono da Santa Fe, Albuquerque e dal Colorado meridionale. Le vibrazioni delle fedi nuziali Hispano, i riff blues di Bo Diddley e la chitarra Junior Brown fioriscono dal vivo nelle pareti di adobe della fortezza, le massicce vigas scavate a mano, e nell’aria che i ballerini respirano mentre scivolano sul pavimento.

Gli spiriti della musica sembrano ispirare tutti coloro che giocano in Taos, compresi i cani di grossa taglia. Non c’è alcun incentivo economico per Los Lonely Boys, Keb’ Mo’, Michael Franti, e tanti altri atti nazionali per giocare Taos, ma per loro, è un’oasi irresistibile. ” La metà dei contributi che sto ricevendo ora provengono da band che hanno parlato con altre band che hanno suonato a Taos”, dice Dan Irion.

LETTURA CORRELATA
“Il ragazzo d’oro”, su Max Gomez:
mynm.us/maxgomezg
“Bringin’ tutto torna a casa, ”
di Michael Hearne grande
Barn Dance:
mynm.noi/michaelhearne
“Nove Notti a Settimana,” circa
Red River scena musicale di:
mynm.noi/ninenights

Taos AmericanosDue volte vincitore di Grammy Jim Lauderdale e Max Gomez gioca il Murale Camera del Vecchio palazzo di giustizia su Taos Plaza.
Foto di JIM COX.

Alcuni musicisti atterrano a Taos per sempre. Il cantautore Max Gomez è cresciuto qui, ma si è illuminato a 18 anni per Los Angeles, come farebbe qualsiasi folk-rocker emergente. Seguirono un contratto discografico e tour nazionali con i più grandi nomi della musica americana, ma quando non è in viaggio, dice: “Taos è a casa. Ho famiglia qui, un sacco di vecchi amici qui, e mi piace scrivere qui.”Ora 28, Gomez lavora su canzoni con Michael Martin Murphey che collegano generazioni, e conta il cantautore e mentore residente Taos di lunga data Williams (“Drift Away”) tra i suoi amici intimi.

“C’è qualcosa nei Taos”, dice il tastierista Bob Andrews, uno dei membri fondatori degli artisti pub-rock britannici Brinsley Schwarz e the Rumour. Si è trasferito in New Mexico dopo aver vissuto in non meno di una città della musica di New Orleans. “C’è una grande comunità musicale qui. C’è sempre qualcosa che sta succedendo, e ti ispira. C’è una sorta di brivido su di esso.”

In una data notte potresti trovare Andrews che sostiene il mago della chitarra Don Cognoscenti o la vocalist di powerhouse Jennifer Peterson. Si può inciampare su Max Gomez provare nuovo materiale con il suo amico Rick Fowler, o folk dea Jenny Bird condividere il palco con il vincitore del Grammy e Taos Pueblo residente Robert Mirabal.

R R Show

Il musicista apache Robby Romero e Robert Mirabal di Taos Pueblo, vincitore di due Grammy, sul palco del Taos Center for the Arts.
Foto di JIM COX.

Kongos Taos

La rock band di Phoenix Kongos attira una folla sulla piazza.
Foto di JIM COX.

Questi sono momenti per cui ringrazi gli dei della musica. Alcuni provengono dal favorito locale Jimmy Stadler, che esegue “Off the Cuff,” uno spettacolo dal vivo che è registrato per la radio, nello spazio prestazioni a KTAO. Ogni settimana durante l’estate, con un piccolo aiuto dai suoi amici, copre una leggenda del rock classico diverso; quest’estate, sta progettando un omaggio a CSN&Y’s Déjà Vu. Una notte, Stadler ha riunito una band completamente acustica dei migliori Taos per coprire i Rolling Stones. Mio marito si è alzato per ballare “Jumpin’ Jack Flash ” proprio come fa a un concerto degli Stones, e tutti si sono uniti. Il posto era pieno di turisti, gente del posto, capelli grigi, giovani cose foxy, lavoratori edili-tutti scuotendo i loro stivaletti.

Ci sono momenti in cui Taos diventa molto tranquillo, però, come ha fatto una sera a Taos Mesa Brewing. I cinque membri di Far West, una calda band alt-country californiana, stavano sfolgorando la loro prima canzone quando il posto cominciò a svuotarsi. Mi voltai per vedere cosa stava succedendo. Dietro di me, la parete di vetro del rifugio Quonset incorniciava il bagliore sul Sangre de Cristos, e nel cielo viola sopra, un grande, grasso arcobaleno arcuato attraverso le cime. Uno per uno la band si esaurì. Il cantante, in pelle nera testa a piedi e stivali scarafaggio-killer, sorrise e afferrò il microfono: “Rainbow break!”

E questo, amici miei, è Taos.

Barbara Norris è presente in “Storytellers”

JaysonwylieFoto di KATE RUSSELL.

TAOS MESA BREWMASTER

Nel 2009, quando Dan Irion iniziò a sognare di aprire un locale musicale, Jason Wylie lo invitò ad assaggiare la sua ultima birra fatta in casa. Irion ha portato con sé qualcuno che conosce la birra – suo padre. ” Quella birra era incredibile”, ha detto papà. “Dovresti collaborare con quel ragazzo e iniziare un brewpub.”Taos Mesa Brewing ha aperto le sue porte tre anni dopo e rapidamente superato la sua capacità di produzione iniziale. A seguito di un’espansione dello scorso anno, TMB prevede di aprire la sala Tap Taos in città questa estate.

BISOGNO DI SAPERE

Festival
● TAOS PLAZA LIVE Giovedì, maggio 26–settembre 1 (tranne luglio 21), 6-8 p.m. band locali e regionali di tutti i generi. Libero. (575) 751-8800; taos.org/visit/taos-plaza-live
● 2 ° MUSICA ANNUALE SULLA MESA 3-5 giugno, Taos Mesa Brewing. Porte aperte 4 p.m. Venerdì, 10 un.m.Sabato e domenica. Con Shawn Colvin& Steve Earle, il vecchio 97, e Elephant Revival. Ingresso di tre giorni 1 120. taosmusiconthemesa.com
● FIESTAS DE TAOS 22-24 luglio, sulla piazza. Venerdì, mezzogiorno – 10 p. m.; Sabato, 9 a. m. – mezzanotte; Domenica, 9:30 a. m. – 7:30 p. m. Bande di danza tradizionali nuove messicane, cibo e bevande. Libero. fiestasdetaos.com

Musica
● ALABAMA SCUOTE 6 agosto, 7:30 p.m. Kit Carson Park. 6 60 in anticipo, day 65 giorno di spettacolo. (505) 886-1251; ampconcerts.org
● ADOBE BAR PRESSO LO STORICO TAOS INN Musica dal vivo ogni sera, 7-10 p. m. Libero. (575) 758-2233; taosinn.com
● IL VICOLO CANTINA Musica dal vivo ogni sera, gli orari variano. (575) 758-2121; alleycantina.com
● NERO MESA CANTINA Taos Sala degustazione. Musica dal vivo Martedì, venerdì e sabato, 6-9 p. m. Gratis. (575) 758-1969; blackmesawinery.com.
● ESKE’S BREW PUB Bluegrass ogni mercoledì, 6:30 p. m.; Brani irlandesi il secondo e il quarto martedì del mese, 7 p. m. (575) 758-1517; eskesbrewpub.com
● KTAO SOLAR CENTER Musica dal vivo due notti a settimana nell’anfiteatro o al chiuso, i tempi variano. ” Off the Cuff”, lunedì, 7-8 p. m., a partire dal 6 giugno. Libero. (575) 758-5826; ktao.com
● KYOTE CLUB Musica dal vivo, vari generi, quattro o più notti a settimana, 9: 30 p. m. Low-key musica acustica quasi tutte le sere, 6-9 p. m. (575) 751-3302; kyoteclub.com
● OLD MARTINA’S HALL Live northern New Mexican music il primo venerdì del mese. Date aggiuntive occasionali. (575) 758-3003; oldmartinashall.com
● RISTORANTE SABROSO& BAR Musica dal vivo Mercoledì (Jimmy Stadler), venerdì (Laura Bulkin) e sabato (Omar Rane), 6:30-9:30 p.m. Gratuito. (575) 776-3333; sabrosotaos.com
● SAGEBRUSH INN Musica dal vivo Venerdì e sabato, 8:30-11: 30 p.m. Gratis.
(575) 758-2254; sagebrushinntaos.com
● TAOS MESA BIRRA musica dal vivo ogni notte, i tempi variano. (575) 758-1900; taosmesabrewing.com

ASCOLTA PIÙ MUSICA DAL VIVO IN GALLERIE, RISTORANTI E ALTRI LUOGHI DELLA CITTÀ. CONTROLLARE LA RIVISTA TEMPO NELLE NOTIZIE TAOS O TAOSNEWS.COM/ENTERTAINMENT.

Vuoi di più come questo? Iscriviti ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.