Per alcune persone, troppe proteine può essere mortale-Ecco cosa c’è da sapere su Urea ciclo Disorders

Meegan Hefford aveva una condizione genetica non diagnosticata chiamato urea ciclo disorder. Scopri quanto è comune questa condizione spaventosa e i segni subdoli da tenere d’occhio.

Amanda MacMillan

Una donna australiana è morta dopo aver consumato grandi quantità di proteine da alimenti e integratori alimentari, dice la sua famiglia. La mamma di due aveva aumentato il suo apporto proteico mentre si preparava per una competizione di bodybuilding, ma i medici hanno scoperto troppo tardi che aveva una rara malattia che impediva al suo corpo di metabolizzare correttamente il nutriente.

Il certificato di morte di Meegan Hefford elenca la condizione precedentemente non diagnosticata, chiamata disturbo del ciclo dell’urea, come causa di morte, Perth Ora riportato sabato, insieme a “assunzione di integratori per il bodybuilding.”

Secondo le notizie, la madre di Hefford ha detto che il 25enne sano e in forma aveva ” dilagato le sue sessioni di palestra e seguito una dieta rigorosa.”Mentre frequentava il college e lavorava part-time in un ospedale, Hefford a volte andava in palestra due volte al giorno.

Sua madre ha anche detto di aver trovato “una mezza dozzina di contenitori” di integratori proteici nella cucina di Hefford, insieme a un piano dietetico dettagliato che include cibi ricchi di proteine come carne magra e albumi.

Hefford è stato trovato privo di sensi e ricoverato in ospedale il 19 giugno 2017, ed è stato riportato morto cerebrale il 22 giugno. Ci sono voluti due giorni per i medici per scoprire che aveva un disturbo del ciclo dell’urea, ma si era lamentata di sentirsi letargica e “strana” all’inizio del mese. Sua madre ha detto che si era preoccupata per Hefford “facendo troppo in palestra” e l’aveva avvertita di rallentare.

COLLEGATE: Questa È la quantità di Proteine Si ha Realmente Bisogno di Mangiare in un Giorno

disturbo del ciclo dell’Urea è un termine ombrello per una famiglia di malattie genetiche rare che colpiscono circa 35.000 persone, negli Stati Uniti, dice Nicholas Ah Mew, MD, direttore del centro Disturbi Metabolici ereditari Programma per Bambini Sistema Sanitario Nazionale Malattie Rare Istituto. (Dr. Ah Mew non è stato coinvolto nel caso di Hefford.)

Le persone con un disturbo del ciclo dell’urea sono carenti di uno dei sei enzimi che aiutano a rimuovere l’ammoniaca—un sottoprodotto tossico che viene creato quando la proteina viene metabolizzata—dal flusso sanguigno. Normalmente, l’ammoniaca viene convertita in un composto chiamato urea e viene rimossa dal corpo attraverso l’urina. Ma per le persone con disturbi del ciclo dell’urea, l’ammoniaca può accumularsi nel sangue. Quando l’ammoniaca nel sangue raggiunge il cervello, può causare danni cerebrali irreversibili o morte.

Secondo la National Urea Cycle Disorders Foundation, questa condizione può verificarsi sia nei bambini che negli adulti e i casi possono variare da lievi a gravi. I neonati con forme gravi del disturbo si ammalano gravemente o muoiono subito dopo la nascita, ma è possibile che i bambini con casi più lievi non vengano diagnosticati.

Gli adulti possono anche sviluppare (o vivere per anni con) casi lievi, senza sapere di avere il disturbo. ” Queste persone possono avere abbastanza funzione del ciclo dell’urea per cavarsela giorno per giorno, fino a quando non colpiscono una sorta di tempesta perfetta di eventi”, dice il dottor Ah Mew. “Forse è una combinazione di malattia o infortunio insieme a una grande spinta nell’assunzione di proteine, e supera la loro capacità di sbarazzarsi dell’ammoniaca nel loro sistema.”

CORRELATI: le proteine vegetali costruiscono muscoli e carne?Ah Mew aggiunge, le persone con disturbi del ciclo dell’urea non diagnosticati di solito hanno alcuni sintomi. “In genere, c’è una combinazione di nausea, vomito e incapacità di pensare chiaramente, in particolare dopo un grande pasto proteico”, dice. “È molto raro che qualcuno si senta completamente sano e improvvisamente incosciente.”

E mentre il caso di Hefford è molto raro, solleva preoccupazioni sugli effetti potenzialmente dannosi degli integratori alimentari—che sono in gran parte non regolamentati in Australia e negli Stati Uniti La madre di Hefford spera che la sua morte serva da avvertimento agli altri di non esagerare con frullati, pillole e polveri per il bodybuilding.

Gli esperti medici e nutrizionali hanno detto a Perth Ora che gli integratori proteici non sono necessari per la maggior parte delle persone sane e che è meglio ottenere il nutriente da whole foods piuttosto che cercare di “ingannare il tuo corpo” nella costruzione muscolare. “Questo caso è ovviamente tragico e illustra che potresti non sapere di avere un problema di salute che altera il modo in cui metabolizzi”, ha detto il presidente della Australian Medical Association WA Omar Khorshid, MBBS.

La maggior parte delle persone che mangiano una dieta equilibrata colpirà facilmente l’indennità dietetica raccomandata (RDA) per le proteine, che è di 0,8 grammi per chilogrammo (0,36 grammi per libbra) di peso corporeo al giorno. Ma le persone che sono molto attive, nella mezza età, o stanno cercando di costruire muscoli o perdere peso sono spesso incoraggiate a ottenere di più.

CORRELATI: Il sovradosaggio di caffeina in polvere lascia 21-Year-Old morto-Ecco cosa sapere

Dr. Ah Mew dice che chiunque cerchi di ottimizzare il proprio apporto proteico per aumentare la massa muscolare dovrebbe consultare un fisiologo dell’esercizio o un nutrizionista sportivo sul modo più sano per farlo. Ma dice per la maggior parte delle persone, un frullato proteico occasionale dopo un allenamento – con proteine in polvere o senza-non dovrebbe essere motivo di preoccupazione.

“È importante per la comunità del bodybuilding sapere che chiunque abbia ripetuto nausea, vomito, mal di testa, dopo aver mangiato molte proteine dovrebbe controllare i loro livelli di ammoniaca”, dice. “Ma se ti senti bene, è molto improbabile che tu abbia un disturbo non diagnosticato come questo.”

CORRELATI: che cosa è Vinpocetina? La FDA afferma che questo ingrediente negli integratori alimentari potrebbe aumentare il rischio di avere un aborto spontaneo

La mamma di Hefford, Michelle White, ha recentemente raccontato al Mirror di come le abitudini di fitness di sua figlia hanno finito per ucciderla, avvertendo gli altri sulla condizione che ha ucciso suo figlio. “Non avevamo idea che la sua ossessione per la salute avrebbe finito per ucciderla”, ha scritto.

White ha anche detto di aver trovato integratori proteici negli armadi della cucina di Hefford dopo la sua morte, in un saggio che mette in guardia gli altri sui pericoli delle proteine per le persone con disturbi del ciclo dell’urea. “Mi ha fatto sentire così arrabbiato e disperatamente triste”, ha scritto White.

Tutti gli argomenti di Fitness

Iscrizione gratuita

Ottieni indicazioni nutrizionali, consigli sul benessere e ispirazione sana direttamente nella tua casella di posta da Health

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.