Oblivion (film 2013)

Sviluppomodifica

La nave Bubble vista nel film (sopra) è stata ispirata dall’elicottero Bell 47 (sotto).

Kosinski voleva girare un adattamento cinematografico della graphic novel Oblivion, che ha iniziato a co-scrivere con Arvid Nelson per Radical Comics. Il romanzo, tuttavia, non fu mai finito, poiché Kosinski ora ammette che “Era solo una tappa del progetto “. Ha spiegato in un’intervista con Empire che ” la partnership con Radical Comics mi ha permesso di continuare a lavorare sulla storia sviluppando una serie di immagini e continuando a perfezionare la storia più in un periodo di anni. Poi ho praticamente usato tutto quello sviluppo come kit di pitch per lo studio. Quindi, anche se non l’abbiamo mai pubblicato come romanzo illustrato, la storia viene raccontata come un film, che era sempre l’intenzione.”

Walt Disney Pictures, che ha prodotto la precedente direzione di Kosinski Tron: Legacy, ha acquisito i diritti di adattamento cinematografico di Oblivion da Radical Comics e Kosinski dopo un’asta riscaldata nell’agosto 2010. Il film è stato un veicolo di regia per Kosinski con Barry Levine produttore e Jesse Berger come produttore esecutivo. Altri studi che hanno fatto offerte per il film sono stati Paramount, Chernin Entertainment di Fox e Universal. Disney successivamente rilasciato i diritti dopo aver realizzato il film PG-rated hanno immaginato, in linea con la loro reputazione orientata alla famiglia, richiederebbe troppi cambiamenti di storia. La Universal Pictures, che aveva anche fatto un’offerta per i diritti originali, li acquistò da Kosinski e Radical Comics e autorizzò una versione cinematografica PG-13.

La sceneggiatura del film è stata originariamente scritta da Kosinski e William Monahan e ha subito una prima riscrittura da Karl Gajdusek. Quando il film passò nelle mani della Universal, una riscrittura finale fu fatta da Michael Arndt, con lo pseudonimo “Michael deBruyn”. La Universal apprezzò particolarmente la sceneggiatura, dicendo: “È una delle più belle sceneggiature che abbiamo mai incontrato.”

La nave Bubble gestita dal personaggio principale di Cruise, Jack 49, è stata ispirata dall’elicottero Bell 47 (spesso colloquialmente chiamato” bubble cockpit”), un utilitaristico veicolo del 1947 con un baldacchino rotondo trasparente che Kosinski vide nella hall del Museum of Modern Art di Manhattan, e che paragonò a una libellula. Daniel Simon, che in precedenza ha lavorato con Kosinski come progettista di veicoli principale su Tron: Legacy, è stato incaricato di creare la nave Bubble da questa base, incorporando elementi evocativi di un jet da combattimento avanzato con il Bell 47 per creare un veicolo leggero e funzionale che fosse sia pratico che esteticamente gradevole, proprio come ha osservato con le navi in 2001: Odissea nello spazio.

“Quando Kubrick ha fatto 2001, piuttosto che andare ai progettisti concetto hotshot del giorno, ha assunto ingegneri della NASA”, ha detto Simon. “Credo che la forma segue la funzione. Non sono un fan della decorazione eccessiva, di mettere le pinne su qualcosa perché sembra bello”. Invece di impiegare modelli digitali, Wild Factory, una società di concept car Camarillo, costruì la nave Bubble come un 25 piedi di lunghezza (7,6 m), 4.000-5.000 lb (1.800–2.300 kg), per lo più puntello in alluminio. Elementi della cabina di guida, come il posizionamento del joystick e pedali, sono stati personalizzati per Cruise, che è un pilota qualificato, e che ha avuto qualche input nel design. Il mezzo è stato anche fatto per essere facile da smontare e montare, al fine di facilitare il trasporto verso le località di tiro Islanda, dove sarebbe stato montato su un giunto cardanico per i colpi di esso in volo. I droni aerei senza equipaggio che figurano in primo piano nella trama sono stati creati per apparire nella stessa famiglia di design della nave Bubble.

CastingEdit

Tom Cruise aveva espresso interesse per il film per molto tempo, e ufficialmente impegnato ad esso il 20 maggio 2011.

Per il casting del ruolo principale di Julia opposite Cruise, i produttori hanno considerato cinque attrici: Jessica Chastain, Olivia Wilde, Brit Marling, Noomi Rapace e Olga Kurylenko, e tutte e cinque hanno fatto un provino il 27 agosto 2011. È stato successivamente annunciato che Chastain avrebbe interpretato una delle due protagoniste femminili del film. Nel gennaio 2012 Chastain è entrato in trattative per una parte nel film di Kathryn Bigelow Zero Dark Thirty e successivamente ha abbandonato l’Oblio contesa. In seguito è stato annunciato che il ruolo era stato dato a Kurylenko.

In preparazione per il ruolo, Kurylenko guardato video di addestramento astronauta così come classici film di fantascienza e romanticismo (come Solaris, Notorious, e Casablanca). “La cosa divertente è che in realtà ho guardato Solaris; Joseph non l’ha mai tirato fuori”, ha detto Kurylenko. “Vengo da Tarkovsky-land, e a quel punto non l’avevo guardato per molti anni. Ho visto anche quello nuovo, con George Clooney e Natascha McElhone. La storia – sia in Solaris che in Oblivion – tratta di spazio e memoria.”

Per l’altro ruolo principale, Victoria, i produttori inizialmente considerati Hayley Atwell, Diane Kruger e Kate Beckinsale. Le tre attrici viaggiato a Pittsburgh per screen-test con Cruise, che stava girando Jack Reacher. Il ruolo alla fine è andato ad Andrea Riseborough. Melissa Leo è stato lanciato in un secondo momento come Sally.

FilmingEdit

La produzione è iniziata il 12 marzo 2012 e si è conclusa il 14 luglio 2012. Le location delle riprese includevano Baton Rouge e New Orleans, Louisiana. Su circa tre mesi di riprese, 69 giorni sono stati girati in Louisiana, da marzo a maggio 2012, 11 giorni sono stati girati a New York nel giugno 2012, alcuni a Mammoth in California nel giugno 2012, e 10 giorni sono stati girati in Islanda nel giugno 2012, quando la luce del giorno dura quasi 24 ore al giorno. Oltre a mostrare i paesaggi vulcanici dell’Islanda, il regista del film Joseph Kosinski ha cercato di sfruttare la luce 24 ore su 24, in particolare la luce calante 6pm to 1am nota come “magic hour”, per “portare la fantascienza alla luce del giorno”, in contrasto con film come Alien, che trascorrevano il loro tempo in scafi scuri o pianeti benighted.

La scena più difficile da filmare è stata quando Harper si prende una pausa per ammirare la vista e innaffia un fiore. È stato girato facendo sedere Cruise accanto a una goccia di 800 piedi (240 metri) in cima allo Jarlhettur islandese sulla radice di Langjökull, che è accessibile solo in elicottero. Le scene ambientate all’idilliaco forest retreat di Harper sono state girate al Black’s Pond di June Lake, in California.

Oblivion è stato girato con la CineAlta F65 di Sony, che è stata spedita a gennaio 2012. Un Epico rosso è stato utilizzato anche per le scene che hanno richiesto di andare a mano o quando il montaggio del corpo sartiame è stato applicato. Il film è stato girato in risoluzione 4K nel formato di immagine raw proprietario di Sony, ma per ragioni di costo (e per le proteste di Kosinski), sia la versione intermedia digitale che quella finale sono state fatte a risoluzione 2K.

Per il set Sky Tower (costruito su un palcoscenico a Baton Rouge), Kosinski e il direttore della fotografia Claudio Miranda hanno lavorato a stretto contatto con la casa di effetti speciali visivi Pixomondo per stabilire sia l’ambiente che l’illuminazione con l’uso di 21 proiettori a schermo frontale volti a un enorme sfondo avvolgente per formare un’immagine continua, Lo sfondo consisteva in un unico pezzo senza cuciture di mussola bianca dipinta, 500 per 42 piedi (152 per 13 metri), che era avvolto attorno al set per una copertura a 270 gradi. Ciò ha permesso di catturare l’intero ambiente in camera, e assistito nell’illuminazione fino al 90 per cento del set.

Se lo schermo blu fosse stato utilizzato sulla Sky Tower “glass house”, il vetro sarebbe scomparso nell’illuminazione blu e avrebbe dovuto essere riprodotto digitalmente in post-produzione. Gli attori si divertivano a lavorare nell’ambiente, dato che potevano guardare fuori e vedere le immagini dell’alba o del tramonto. Questa nuova tecnica ha permesso loro di ridurre sia gli effetti colpi, che si è conclusa a circa 800 in totale, e le spese. Anche la” tabella di controllo ” che opera Victoria è stato filmato poi visualizzato su un grande schermo.

Per ottenere le riprese necessarie a creare l’illusione che il set della Sky Tower fosse seduto in alto sopra le nuvole, Pixomondo mandò una troupe a filmare la vista dalla vetta di Haleakalā alle Hawaii per quattro giorni con tre telecamere Red Epic montate fianco a fianco su un unico rig. L’ufficio di Stoccarda di Pixomondo ha poi cucito insieme i dati delle tre telecamere per formare un unico gigantesco flusso video (con ogni fermo immagine composto da 26 megapixel) e ha prodotto una varietà di clip diverse per l’ora del giorno da proiettare sul set.

MusicEdit

Il 28 giugno 2012, è stato annunciato che la band elettronica francese M83 avrebbe composto la colonna sonora di Oblivion. Sul perché ha scelto M83 per segnare il film, il regista Joseph Kosinski ha detto, ” Sono tornato indietro e ho trovato il mio primo trattamento per Oblivion da 2005 e aveva elencato nel trattamento una colonna sonora di M83. Ovviamente la collaborazione Tron: Legacy con i Daft Punk ha funzionato bene come avrei mai sperato, volevo fare qualcosa di simile in quanto sto tirando un artista al di fuori del mondo del cinema per creare un suono originale per questo film.”Kosinski ha continuato,” La musica dei Daft Punk non avrebbe senso per questo film. Doveva essere un artista la cui musica si adatta ai temi e alla storia che stavo cercando di raccontare. E la musica di M83 mi è sembrata fresca e originale, grande ed epica, ma allo stesso tempo emotiva e questo è un film molto emotivo e mi è sembrato un buon adattamento.”

Per guidare Anthony Gonzalez di M83 attraverso il processo di punteggio, il regista Kosinski ha portato Joseph Trapanese, che ha co-scritto la partitura insieme a Gonzalez. Kosinski afferma: “Insieme hanno creato la colonna sonora che ho sognato da quando ho messo questa storia su carta otto anni fa.”Trapanese è venuto per la prima volta all’attenzione di Kosinski quando ha collaborato con i Daft Punk su Tron: Legacy come arrangiatore e orchestratore.

In un’intervista con Rolling Stone, il frontman degli M83 Anthony Gonzalez ha dichiarato: “Ho iniziato a scrivere la colonna sonora solo leggendo la sceneggiatura, e poi quando si ottiene l’immagine, è diverso, e si passa a un’altra atmosfera e si cambia roba e si inizia a sperimentare molto con la musica.”Gonzalez ha aggiunto:” Ho lavorato molto con Joseph, e lui è molto particolare per la musica nei suoi film, quindi abbiamo passato molto tempo a parlare di musica e a lavorare insieme agli arrangiamenti.”

Oblio: Original Motion Picture Soundtrack
colonna Sonora album
Disponibile 9 aprile 2013
Registrati 2013
Genere
  • Film
  • Sonora
  • Elettronico
  • Orchestrale
Lunghezza
  • 69:06 (standard edition)
  • 113:36 (deluxe edition)
Label Back Lot Music
Producer
  • Anthony Gonzalez
  • Joseph Trapanese
  • Bryan Lawson
M83 chronology
Hurry Up, We’re Dreaming
(2011)
Oblivion: Original Motion Picture Soundtrack
(2013)
Junk
(2016)
Singles from Oblivion: Original Motion Picture Soundtrack
  1. “Oblivion”
    Released:
  • 26 March 2013 (as single)
  • 9 April 2013 (on soundtrack)
iv il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.5/5 stars

Professional ratings
Aggregate scores
Source Rating
Metacritic 55/100
Review scores
Source Rating
Consequence of Sound
2/5 stars
Digital Spy
4/5 stars
Filmtracks.com
2/5 stars
Pitchfork Media (4.5/10)
Under the Radar
6/10 stars

The soundtrack album was pubblicato il 9 aprile 2013, da Back Lot Music. Un’edizione deluxe della colonna sonora è stata rilasciata lo stesso giorno esclusivamente tramite iTunes. È dotato di un ulteriore 13 tracce.

Track listing

Tutte le musiche sono composte da Anthony Gonzalez e Joseph Trapanese. Testi di “Oblivion” scritti da Gonzalez e Susanne Sundfør.

No. Title Length
“Jack’s Dream” 1:22
“Waking Up” 4:09
“Tech 49” 5:58
“StarWaves” 3:41
“Odyssey Rescue” 4:08
“Earth 2077” 2:22
“Losing Control” 3:56
“Canyon Battle” 5:57
“Radiation Zone” 4:11
“You Can’t Save Her” 4:56
“Raven Rock” 4:33
“I’m Sending You Away” 5:38
“Ashes of Our Fathers” 3:30
“Temples of Our Gods” 3:14
“Fearful Odds” 3:09
“Undimmed by Time, Unbound by Death” 2:26
“Oblivion” (featuring Susanne Sundfør) 5:56
Total length: 69:06
Deluxe edition (iTunes release)
No. Title Length
“Jack’s Dream” 1:30
“Waking Up” 4:18
“Supercell” 4:19
“Tech 49” 6:01
“The Library” 3:27
“Horatius” 2:31
“StarWaves” 3:41
“Hydrorig” 2:23
“Crater Lake” 1:28
“Unidentified Object” 2:32
“Odyssey Rescue” 4:12
“Return from Delta” 2:22
“Retrieval” 6:48
“Earth 2077” 2:23
“Revelations” 1:43
“Drone Attack” 3:26
“Return to Empire State” 6:41
“Losing Control” 3:57
“Canyon Battle” 5:58
“Radiation Zone” 4:12
“You Can’t Save Her” 4:59
“Welcome Back” 1:47
“Raven Rock” 4:35
“Knife Fight in a Phone Booth” 4:39
“I’m Sending You Away” 5:40
“Ashes of Our Fathers” 3:32
“Temples of Our Gods” 3:16
“Fearful Odds” 3:11
“Undimmed by Time, Unbound by Death” 2:27
“Oblivion” (featuring Susanne Sundfør) 5:57
Total length: 113:36

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.