Nella continua ricerca di prodotti e soluzioni green, due parole vengono spesso fuori: Compostabile e Biodegradabile. Ma cosa significano? Uno è migliore dell’altro? Cosa devi sapere?

Come sempre, PJP è qui per aiutarti. Siamo stati nel commercio dei prodotti eliminabili di vendita per 55 anni e ci siamo impegnati a proteggere l’ambiente. Ti insegneremo i pro, i pro e i contro di entrambi i prodotti compostabili e biodegradabili.

Che cosa è biodegradabile?

In poche parole, qualcosa è “biodegradabile” se può essere disintegrato da batteri, funghi o qualche altro processo biologico. Se guardi la parola stessa, il significato è proprio lì. “Bio” significa ” vita”, “degradare” significa abbattere, e “in grado”, naturalmente, significa che può accadere. La biodegradazione è fondamentalmente solo il processo della natura che fa il suo corso e scompone i materiali nelle loro parti componenti. La plastica si rompe in anidride carbonica, acqua e poche altre cose. Piuttosto semplice, giusto?

La verità è che molte cose sono biodegradabili, se dato abbastanza tempo. Plastica in particolare sono noti per richiedere decenni o addirittura secoli per abbattere naturalmente, ma si romperanno. Quindi, tecnicamente parlando, sono biodegradabili. Anche i pannolini, noti per durare a lungo nei riempimenti di terra, si romperanno alla fine.

Quando un’azienda di imballaggi dice che il loro prodotto è biodegradabile, tutto ciò che realmente significa è che si romperà quando viene inserito in un terreno di riempimento. Questa è una buona cosa! ovviamente non vogliamo prodotti che durano per sempre seduti nella nostra terra riempie. La chiave, tuttavia, è prendere nota di quanto tempo ci vuole per biodegradare il prodotto. Alcuni prodotti si degradano in mesi, mentre altri richiedono anni. Quando acquisti prodotti verdi, meno tempo per la biodegradazione meglio è.

Che cosa è compostabile?

Abbiamo tutti sentito parlare di un cumulo di compost, giusto? Quando si prendono materiali organici e permettono di decomporsi che poi crea fertilizzante per il vostro terreno. Il compostaggio è il processo di riciclaggio dei rifiuti organici in modo che possano eventualmente essere riutilizzati.

Nel mondo del packaging, compostabile significa qualcosa di un po ‘ diverso. In genere, ciò che una società di imballaggio significa quando chiamano il loro prodotto “compostabile” è che può essere trasformato in compost-se inserito in un impianto di compostaggio industriale. Questa è una distinzione importante. I prodotti compostabili non sempre biodegradano naturalmente in una discarica. Devono essere collocati nel giusto tipo di condizioni, condizioni che spesso si trovano solo negli impianti di compostaggio industriale. I prodotti compostabili impiegheranno molto più tempo per abbattere se in una discarica, in particolare in una discarica “chiusa ad aria” dove non ci sarà ossigeno.

I prodotti compostabili sono ottimi per l’ambiente, ma è importante assicurarsi che la tua azienda abbia i processi di gestione dei rifiuti adeguati. Assicurarsi che i rifiuti compostabili sta per un impianto di compost.

Qual è la differenza?

La differenza principale tra compostabili e biodegradabili è che i prodotti compostabili richiedono una regolazione specifica per rompersi, mentre i prodotti biodegradabili si rompono naturalmente. In genere il compostaggio è un processo più veloce, ma solo nelle giuste condizioni. Entrambi questi tipi di prodotti sono migliori per l’ambiente rispetto ai prodotti in plastica che possono richiedere centinaia di anni per disintegrarsi.

Curioso di sapere quali tipi di prodotti e soluzioni verdi PJP porta? Clicca qui per saperne di più!

Hai altre domande sulla differenza tra prodotti compostabili e biodegradabili? Vogliamo sentirli! Facebook, Twitter, Instagram e YouTube!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.